www.dolcepiemonte.com

mercoledì 12 settembre 2012

IL VENTO DA TORINO PER SALVARE L'ALCOA

Il KITEGEN è un progetto molto tecnologico e ambizioso per trasformare l'energia del vento in corrente elettrica in modo da rispettare la natura. Sfruttando le correnti di alta quota più potenti e costanti i grandi aquiloni della KITEGEN riescono a produrre quantità molto grandi di energie rinnovabili sfruttando il vento.
Ma la cosa importante è che la KITEGEN è italiana con sede a Chieri in provincia di Torino.

Il Kitegen punta a sfruttare al massimo l'energia che può derivare dal vento. Con gli impianti dell'eolico tradizionale infatti viene sfruttata solo una piccola parte dell'energia del vento.

Infatti le torri eoliche tradizionali hanno ormai raggiunto un limite strutturale e non possono essere ulteriormente innalzate per arrivare al vento in quota, attualmente le pale eoliche non superano i 100 metri dal suolo, la struttura che li sorregge diventa, col crescere dell’altezza, esponenzialmente più pesante, instabile e soprattutto costosa.
Secondo quanto dichiarato dall'azienda  "Per visualizzare meglio il potenziale ad oggi non sfruttato, si consideri che la zona proibita al volo sopra una centrale nucleare può facilmente arrivare a contenere 1 GW di potenza del vento, uguale alla potenza della centrale stessa." 

La tecnologi del Kitegen ha quindi un enorme potenziale.

La notizia di oggi è che la società torinese ha manifestato interesse per l'acquisto dello stabilimento sardo di Alcoa. Il progetto sarebbe quello di utilizzare le fonti rinnovabili, il vento, utilizzando il KITEGEN per alimentare lo stabilimento sardo.



In passato anche la trasmissione Superquark si era occupata della tecnologia messa a punto dalla società piemontese, oggi invece si apre una nuova possibilità per utilizzare le fonti alternative per la produzione industriale.

Questa rappresenta un'occasione unica per il Governo italiano di dare un'impronta di ecologia alla politica industriale, speriamo che non vengano posti ostacoli burocratici per rendere difficile il progetto. Dopo le proteste dei giorni scorsi dei lavoratori Alcoa questa potrebbe essere una grande opportunità di sviluppo.

Per essere aggiornato sulle novità riguardanti l'ecologia e la natura visita il nostro blog http://ecologia-natura.blogspot.it