www.dolcepiemonte.com

venerdì 12 agosto 2011

FUGA RADIOATTIVA DA SOTTOMARINO CINESE

Il ministro degli Esteri sudocoreano ha chiesto spiegazioni sulla presunta fuga radioattiva che si sarebbe verificata venerdì 29 luglio al porto di Dalian, nella Cina settentrionale.
Beijing ha replicato che non è "a conoscenza dell'incidente" e che non si tratta di questioni che ricadono sotto la loro giurisdizione. Le voci sulla presunta fuga di materiale radioattivo sono comparse inizialmente su Boxun.com, sito internet in cinese ma realizzato negli Stati Uniti.
Boxun cita "una fonte militare diretta ed esclusiva" e riporta che l'incidente sarebbe avvenuto nella base navale di Xiapingdao. La notizia è stata diffusa anche dalla stazione televisiva Phoenix Tv, con sede a Hong Kong, ma secondo l'agenzia Agi China la maggior parte delle pagine web che riportavano tale notizia sono state censurate.
La Cina possiede almeno 70 sottomarini, di cui almeno 6 alimentati da energia nucleare. In passato il sito Boxun aveva rivelato sia notizie scomode per il governo di Beijing, sia informazioni rivelatesi infondate.
Il quotidiano sudcoreano Donga Ilbo riporta che il ministero degli Esteri sta cercando risposte attraverso canali diplomatici ma, aggiunge, "un incidente di questo genere non può essere confermato facilmente".

fonte http://it.peacereporter.net/articolo/29860/Cina,+giallo+su+fuga+radioattiva+da+sottomarino

Nessun commento:

Posta un commento